Abita il silenzio, vivi la piccolezza, lascia marcire il superfluo

Procedere insieme

L’accompagnatore è una persona in dialogo: con se stesso, con l’Altro, con l’altro, con gli altri. È questo il percorso che hanno compiuto i partecipanti alle giornate dedicate ad “Accompagnare con fiducia il cammino di fede”. La giornata dell’Accompagnare è stata aperta dalla canzone di Simone Cristicchi “Abbi cura di me”. Si è richiamato il valore della cura verso se stessi, per passare al dialogo con Dio che diventa “una mano che ti stringe le viscere e ti fa partorire”, per aprirsi alla relazione con l’altro e approdare al dialogo con gli altri che chiede tempi lunghi, nei quali si zappa il terreno, e magari lo si concima con il letame di tanti contenuti marciti, perché poi il seme che si è lanciato porti frutto. A conclusione di questo percorso, i cinque gruppi hanno riscritto in strofe gli aspetti maturati in loro. Ne è venuta una sintesi originale. Leggila!

Abita il silenzio, vivi la piccolezza, lascia marcire il superfluo

Non cercare parole, mi sta accanto in silenzio vigile e attento

Vivi la vita, non stare a guardare,

accoglila e amala senza rimuginare

perché ciò che vuoi buttare

Dio lo può cambiare.

La mia vita cammina parallela a quella di Dio,

perché sei un essere speciale

e avrò cura di te.

 

Tu mi parli nel silenzio,

Io disperdo in un momento

C’è un senso unico che è l’amore

nella gioia e nel dolore

Ti offro la mia piccolezza

trasformala in infinita bellezza

Fammi essere madre con il dono dell’amore

e la misericordia nel cuore

perché sei un essere speciale

e avrò cura di te.

 

Ama, saluta la gente, va di paese in paese,

spargi amore e cura senza aspettarti nulla in cambio.

Sappi attendere, apprezza senza metterti in alto e,

arricchito dall’amore ricevuto, spargi fiori di bellezza,

l’amore che hai trovato, le fatiche che hai cercato

e il cuore che mi ha parlato di te.

 

Il tempo del dolore mi ha cambiato fuori,

l’amore ha stravolto il mio dentro.

L’amore è lo sgardo nuovo per vedere l’altro che diventa il mio canto,

l’amore è l’unica strada che ti permette di dipingere un pezzo di cielo.

È solo una brezza leggere che accarezza il volto,

sarà un raggio di sole che riscalda l’anima,

basta fare silenzio!

 

Impara a riconoscere il profumo del letame,

lascia marcire il bene, solo il tempo darà frutti.

Con una manciata di semi cresco dentro,

solo il marcire cambia la mia visione di Dio e della comunità.

L’amore mi cambia dentro, mi fa stare al tuo fianco:

insieme cerchiamo la felicità, con Amore mi metto accanto

e condivido la scintilla divina che abbiamo dentro.

( I Partecipanti)

 

 

 

CHI SIAMO

Siamo una Scuola nazionale per formatori all’evangelizzazione e alla catechesi, promossa col sostegno dell’Ufficio Catechistico Nazionale.

DOVE SIAMO

Via Sottocastello, 11
31011 Asolo (TV)

CONTATTI

Torna in alto